L’esercito israeliano sequestra la moglie del sindaco di el-Bireh.

Gerusalemme. Questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato Muntaha Tawil, moglie del sindaco di al-Bireh, dopo aver effettuato una perquisizione nella sua casa.

“Soldati con armamento pesante e un notevole numero di mezzi militari hanno effettuato un raid in casa del sindaco, sfondando le porte e danneggiandone l’interno, prima di arrestare la signora Muntaha”, riporta una dichiarazione del Consiglio comunale di al-Bireh.

Il sindaco Tawil afferma che la detenzione di sua moglie non intralcerà le proprie attività amministrative, volte a servire i concittadini, e ha aggiunto che Israele sovente esercita questo tipo di pressioni sui sindaci palestinesi: arresti, perquisizioni nelle case, convocazioni in tribunale.

La signora Tawil è madre di quattro figli e suo marito è stato detenuto parecchie volte nelle carceri israeliane (fino a 13 anni).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.