Lettera a Stefano. Mezza Luna Rossa Palestinese in Italia.

Caro Stefano,

sono tempi molto duri per noi palestinesi. Non avremmo mai immaginato 
o sognato di assistere a quello che sta accadendo oggi fra di noi a 
Gaza, dove un palestinese spara ed uccide un’altro palestinese. Una 
guerra civile vera e propria, che è anche la conseguenza del 
fallimento della politica internazionale.
Ci siamo conosciuti agli inizi degli anni 80, da subito è nata 
un’amicizia ed un’intesa eccezionale che si è rafforzata col 
passaggio degli anni. In tutti i momenti più duri e difficili
della nostra storia, sei sempre stato presente e molto attivo. Sei 
stato, a volte anche critico nei confronti della dirigenza 
palestinese, ma l’ apprezzamento e la gratitudine di tutti noi e in 
primo luogo del grande Arafat sono stati enormi e manifestati in 
occasione degli incontri che avete avuto.
Stefano, grazie anche a te è nato e si è evoluto il movimento di 
solidarietà italiano con la lotta del nostro popolo anche attraverso 
la costituzione delle associazioni "Amici della Mezza Luna Rossa 
Palestinese" e "Per non dimenticare Sabra e Shatila".
La questione palestinese e i problemi del mondo arabo sono stati da 
sempre il fulcro della tua intensa attività, il maggior interesse e 
argomento delle tue opere. Con te abbiamo avuto uno dei massimi 
esperti del Medioriente in assoluto, e sul serio. Scritti sulla 
Palestina, sul Libano, sull’Iraq, sulla Siria, sull’Algeria, 
sull’Iran, su Israele … attraverso il tuo giornale "Il Manifesto" e 
su tanti sia italiani che stranieri.
Ti piangeranno e ti ricorderanno per sempre, particolarmente, i 
familiari delle vittime innocenti dei campi profughi di Beirut,  
Sabra e Shatila, che tutti gli anni e per l’occasione ti aspettavano 
insieme a decine e decine di italiani per commemorare l’anniversario 
del massacro compiuto, nel settembre del 1982, dall’esercito 
israeliano guidato da Ariel Sharon.
In questo momento, difficile e drammatico, subiamo la tua mancanza e 
la tua scomparsa, grave per la tua famiglia e per noi che ci 
consideriamo parte di essa.
Al nostro popolo da oggi mancherà un profondo e sensibile conoscitore 
della sua tragica storia e l’opera di un uomo, un giornalista, 
impegnato per la libertà e la pace  in medioriente e nel mondo.
Grazie caro fratello e compagno per quanto hai fatto per noi.
Ciao Stefano.

Dr. Yousef Salman
Delegato della Mezza Luna Rossa Palestinese in Italia

Cell.: 347 9013013

www.palestineRCS.ORG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.