Lieberman riconosce l’esistenza di un ‘conflitto di interessi’ tra Israele e Washington sulla costruzione delle colonie.


Gerusalemme – Infopal. Il ministro degli Esteri israeliano, Avigdor Lieberman, ieri ha dichiarato che esiste un “conflitto di interessi” che gli impedisce di partecipare ai colloqui di Washington sugli insediamenti nei territori occupati della Cisgiordania.

Lieberman, che vive nella colonia Nakdim in Cisgiordania, ha chiarito ai deputati del suo partito, dalla linea dura “Israele, la nostra casa”, non vuole essere accusato di aver fatto fallire il dialogo con gli Stati Uniti su questo tema.
Egli ha detto che “la risposta diplomatica è che il Ministero della Difesa, che gestisce gli ostacoli, le licenze di costruzione e delle questioni umanitarie (in Cisgiordania) deve affrontare questo problema”.
Ha poi aggiunto: “La risposta, non diplomatica, c’è un evidente conflitto di interesse nei confronti di una persona che vive in un piccolo insediamento, non legato ai grandi insediamenti” in Cisgiordania.
Ha concluso dicendo: “Non voglio assumere la responsabilità nel caso di fallimento del dialogo”.


Il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu, che affrontare pressioni dagli Stati Uniti, ha detto che il suo governo non ha intenzione di costruire nuovi insediamenti in Cisgiordania, ma intende proseguire lo sviluppo e l’ampliamento degli insediamenti esistenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.