Lifeline5 (Viva Palestina) è entrato a Gaza.

Gaza – InfoPal. Questo pomeriggio, il Convoglio umanitario Lifeline5 (Viva Palestina) è finalmente entrato a Gaza attraverso il valico di Rafah.
Ieri sera tardi, gli attivisti erano atterrati all'aeroporto di El-Arish, provenienti da Latakya, in Siria, dove erano rimasti bloccati per diversi giorni, a causa del rifiuto egiziano di lasciarli attraccare al porto di El-Arish.

Il nostro corrispondente ci ha spiegato che decine di camion carichi di aiuti e attivisti hanno attraversato il valico e sono entrati nella Striscia di Gaza, tra una folla entusiasta, e hanno ricevuto un'accoglienza popolare e ufficiale.

In una dichiarazione ai media, rilasciata appena giunto nella Striscia, il portavoce di Lifeline5, Zaher al-Birawi, ha dichiarato che il Convoglio sta attraversando il valico (ore 16 locali).

Al-Birawi ha aggiunto che il governo egiziano ha vietato l'ingresso all'ex parlamentare britannico, e capo della carovana, George Galloway, e a 17 altri membri della spedizione (cittadini arabi e turchi sgraditi a Israele, tra cui familiari delle vittime della Mavi Marmara, ndr).

Lifeline5, che porta aiuti medici e altre forniture assistenziali per un valore di 5 milione di dollari, rimarrà nella Striscia di Gaza tre giorni.

Articoli correlati:

Lifeline 5 (Viva Palestina) verso Gaza.

Lifeline5 (Viva Palestina): il carico umanitario in viaggio da Latakia verso al-'Arish via mare e via cielo

Lifeline5 (Viva Palestina), in volo verso l'Egitto?

Il Convoglio Lifeline5 (Viva Palestina) è ancora a Latakya

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.