L’Iof ha arrestato un adolescente dopo gli scontri a Silwan

 

Gerusalemme Occupata – Pic. Le forze di occupazione israeliane (Iof) hanno arrestato un adolescente gerosolimitano nella cittadina di Silwan, a sud della moschea al Aqsa nella Gerusalemme occupata, dopo gli scontri scoppiati martedì sera tra gli abitanti e le truppe dell'Iof.

La tensione è esplosa nella zona di Bir Ayub, a Silwan, in seguito all'installazione di un blocco stradale da parte dei soldati delle forze di occupazione che hanno avviato perquisizioni di automobili e controlli di carte d'identità.

Testimoni oculari riferiscono che l'adolescente, Maher Sarhan, stava passando nella zona senza partecipare agli scontri, e hanno aggiunto che i soldati lo hanno fermato non essendo riusciti ad arrestare nessuno dei giovani che lanciavano pietre.

Hanno detto inoltre che in risposta ai lanci di pietre i soldati hanno fatto uso di proiettili di gomma.

Abdul Karim Abu Snene, un membro del comitato per la difesa del territorio di Silwan, ritiene che l'Iof voglia spezzare il morale degli abitanti di Silwan prima della probabile serie di demolizioni delle loro abitazioni il cui inizio è previsto dopo il mese sacro del Ramadan.

Traduzione a cura di Stefano Di Felice

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.