L’Irlanda eleva status diplomatico della Palestina

Al-Quds (Gerusalemme) – Ma'an. L'Irlanda ha elevato ieri, 25 gennaio, la rappresentanza palestinese a Dublino al livello di ambasciata: lo ha riferito il ministro degli Esteri dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) Riyad al-Malki, che ha citato come fonte il suo omologo irlandese.

Il gesto è stato prontamente condannato da parte israeliana. “Servirà solo a rinforzare il rifiuto palestinese di qualsiasi dialogo o trattativa di pace diretta”, ha commentato ad Afp il portavoce del ministero degli Esteri israeliano, Yigal Palmor.

La Francia era stata il primo paese europeo ad elevare il gradi di rappresentanza diplomatica palestinese, seguita da Portogallo, Norvegia, Grecia e Spagna.

“La decisione non ha comportato il riconoscimento dello Stato palestinese da parte dell'Irlanda, ma si è trattato di un passo in avanti”, ha affermato al-Malki, precisando che il riconoscimento vero e proprio da parte dell'Europa incontra attualmente ostacoli legali posti da alcune nazioni, e che dovrà godere del consenso collettivo.

“I funzionari palestinesi, – ha chiarito il ministro, – stanno comunque seguendo la questione da vicino, e prevedono che altri Stati europei innalzeranno lo status diplomatico della Palestina nei prossimi giorni”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.