L’ISESCO fa appello al Consiglio di Sicurezza dell’ONU per proteggere la moschea al-Aqsa

Gerusalemme (al-Quds) occupata – Imemc. Esperti d'archeologia dell'ISESCO, l'organizzazione islamica che si occupa di economia, società e cultura, hanno rivolto un appello al Consiglio di Sicurezza dell'ONU affinché intervenga per proteggere la moschea al-Aqsa e la città occupata di al-Quds (Gerusalemme) dai progetti di giudaizzazione condotti dalle autorità israeliane.

A conclusione di un convegno tenutosi a Damasco un paio di giorni fa, il comitato d'esperti dell'Isesco descrive le pratiche israeliane nella città santa, in particolare i tunnel sotto la moschea al-Aqsa e nei suoi paraggi, come “illegali” poiché violano il diritto internazionale e rappresentano una seria minaccia alla stabilità della moschea.

Dal convegno è uscita la richiesta di fermare questi scavi, richiamando i media arabi, islamici ed internazionali ad informare sulla realtà di queste pratiche israeliane.

Il comitato di esperti biasima inoltre l'inclusione nella lista del Patrimonio culturale ebraico delle moschee di Ibrahim ad al-Khalil (Hebron) e di Bilal bin Rabah a Betlemme.

Inoltre, ha proposto di tenere un convegno internazionale per studiare i documenti ufficiali riguardanti le due moschee e discutere i modi più adeguati per proteggerle, coordinandosi coi palestinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.