Livni: nessun calendario per i negoziati con i palestinesi.

Tel Aviv – Infopal

Ieri, durante una conferenza stampa a Tel Aviv, la ministra degli esteri israeliana Tzipi Livni ha rifiutato, perché "controproducente", la richiesta della controparte palestinese di fissare un calendario per rendere operativo un accordo di pace futuro.

Dunque, niente scadenze per i negoziati e per la creazione di uno Stato palestinese.

"Stabilire calendari, che poi non vengono rispettati – ha dichiarato la ministra -, come è sempre accaduto nel passato, crea aspettative disattese, e origina violenza e terrore". Quasi che la colpa del fallimento di tutti i precedenti accordi, Oslo compresi, fosse responsabilità dei palestinesi e non dei governi israeliani che li hanno fatti fallire perché "vuoti di contenuti" o disattendendoli prima ancora di siglarli.

I commenti della Livni giungono a seguito delle affermazioni del capo-negoziatore palestinese, Ahmed Qoreia, secondo cui "non ci saranno negoziati di pace senza un calendario per la creazione di un futuro Stato palestinese".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.