Lo Shabak dietro il contrabbando di Tramal a Gaza. Nel mirino i giovani palestinesi

Gaza – Al-Majd. Il sito internet “al-Majid” ha reso noto il coinvolgimento dello Shabak, l'Intelligence israeliana, nel contrabbando di “Tramal” verso la Striscia di Gaza attraverso i tunnel al confine con l'Egitto.

Il Tramal è un farmaco derivato dell'oppioide della tipologia del metadone che si utilizza per stati dolorosi acuti e cronici e dolori indotti da interventi chirurgici e diagnostici particolarmente dolorosi.

Fonti della sicurezza di Gaza hanno arrestato alcuni trafficanti e dal loro interrogatorio è emersa appunto l'esistenza di una cellula dello Shabak dal nome “Abu Shadi” in testa all'organizzazione e al coordinamento delle operazioni di smercio del Tarmal.

Un agente dello Shabak riforniva la parte egiziana con abbondanti dosi di Tramal, dando istruzioni sulle modalità di introduzione nella Striscia di Gaza. I momenti in cui questa merce si sarebbe dovuta introdurre a Gaza dovevano coincidere con offensive e bombardamenti sull'area al confine.

Esisteva uno stretto legame tra i contrabbandieri sul lato egiziano e la cellula “Abu Shadi”. Insieme alla retribuzione in denaro, i contrabbandieri ricevevano anche della merce. Le pillole di Tramal dovevano essere recapitate ai nomi indicati dallo Shabak, studenti universitari, ma anche caffetterie.

Il ministero della Salute di Gaza aveva distrutto l'anno scorso, in coordinamento con il ministero dell'Interno, 3milioni di queste pillole le quali possono causare malattie gravi come la cirrosi epatica, insufficienza renale e ictus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.