Lo shaykh al-Qaradawi: 'Visite e pellegrinaggi a Gerusalemme precetti religiosi per tutti i musulmani nel mondo'

Il Cairo – Pal-Info. Nel corso di un convegno pubblico sugli Studi gerosolimitani promosso dall'Unione dei medici arabi del Cairo, lo shaykh Yusuf al-Qaradawi, presidente dell'Unione Internazionale degli Sapienti [gli ulema, ndr] Musulmani (Iums), martedì 13 luglio ha rivolto un invito alla comunità religiosa islamica.

“Non solo i palestinesi, ma tutti i musulmani nel mondo devono considerare  le visite e i pellegrinaggi ad al-Quds (Gerusalemme) occupata come un precetto religioso. Questa prescrizione è da considerarsi tale fino a che la Palestina resterà sotto occupazione. I musulmani devono considerarsi derubati della città santa e devono quindi mobilitarsi in sua difesa”.

Nel convegno è stata affrontata l'importanza di un processo di divulgazione di una 'cultura di al-Quds' nel resto dei Paesi arabi e musulmani.

Lo shaykh al-Qaradawi ha accusato i regimi arabi che – con le loro decisioni politiche – contribuiscono alla persistenza della “Entità Sionista” nella regione, e non ha risparmiato  critiche verso quei media nel mondo arabo che, al servizio degli stessi regimi, diffondono un'idea di convivenza con il sionismo.
 
Muhammad Subeih, assistente del segretario generale della Lega degli Stati Arabi, ha definito la colonizzazione e la giudeizzazione in corso come “il più pericoloso progetto che grava sul destino della città, volto a fare piazza pulita del patrimonio storico, culturale e religioso palestinese e musulmano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.