L’occupazione progetta di intensificare la presenza ad Hebron, in quanto ‘cuore di Israele’

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. “Il primo ministro di Israele, Benjamin Netanyahu, sta puntando ad imporre una presenza massiccia di coloni ad al-Khalil (Hebron) in quanto 'cuore di Israele'”.

Così si è espresso il ministro delle Infrastrutture israeliano Uzi Landau, secondo quanto ha riportato la televisione israeliana.

“Hebron è un paesaggio idrico e i nostri ragazzi devono apprendere le caratteristiche per mezzo delle istituzioni educative”.
Le dichiarazioni di Landau sono stati riprese da un incontro avuto con i leader dei coloni dell'insediamento di Kiriyat Arba'.

“Rafforzare la presenza coloniale, promuovere il turismo verso Hebron, le strutture educative e quelle militari è l'intento di Netanyahu perché ad Hebron ci sono le radici ebraiche.

Cominciare dal cuore (Hebron) per poi potenziare la presenza israeliana altrove”.

Proprio a febbraio scorso, le autorità d'occupazione israeliane avevano reso nota l'intenzione di annettere la moschea al-Ibrahimi nella lista di siti ebraici, decisione non accolta dall'Unesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.