L’Olp fa causa a Israele per le sanzioni economiche imposte all’Anp

Ramallah – Gulf News. L'Organizzazione di Liberazione della Palestina (Olp) porterà Israele davanti alla Corte penale internazionale per l'illegalità – e la frequenza – con cui lo stato occupante decide di congelare il trasferimento delle tasse doganali che Israele raccoglie per conto dell'Autorità palestinese (Anp). Lo ha riferito Hanna Amirah, membro del Comitato esecutivo dell'Olp.

“Israele crede di poter ricorrere a questi metodi come forma di punizione contro il popolo palestinese, ma ciò non sarà permesso”, afferma Amirah.

Sono le tasse che, in quanto potenza occupante, lo Stato di Israele – che occupa anche le frontiere della Palestina – raccoglie per versare nelle casse dell'Anp.

La decisione di bloccare le entrate fiscali è stata una forma di ritorsione di Israele per l'adesione della Palestina all'Unesco.

Di fronte a questa situazione, l'Anp è decisa pure a rivedere gli accordi precedentemente firmati con Israele. A tal proposito, Amirah ha aggiunto: “Siamo in contatto con la comunità internazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.