L’Onu a Israele: ‘Concluso in parte l’accordo di scambio, rimuovere l’assedio su Gaza’

New York – InfoPal. Le Nazioni Unite rinnovano l'invito al governo israeliano affinché “in seguito all'implementazione dell'accordo di scambio dei prigionieri, rimuova l'assedio sulla Striscia di Gaza”.

Nel corso di una riunione sul Medio Oriente, e sulla questione palestinese, Lynn Pascoe, delegato per gli affari politici del Segretario generale Onu, si è espresso sulla necessità di rimuovere l'assedio israeliano e, conclusa la prima fase dell'accordo di scambio, ha chiesto di adottare altre misure per liberare Gaza dall'insicurezza alimentare nella quale continua a vivere la sua poplazione.

Pascoe ha quindi inviato il rappresentante israeliano all'Onu ad adottare specifiche misure per “permettere l'introduzione di materiale edilizio, agevolare la libertà di movimento della popolazione, in entrata e in uscita, e permettere le esportazioni da Gaza, pur tenendo in considerazione la sicurezza di Israele”.

Poi, rivolgendosi a israeliani e palestinesi, il delegato di Ban Ki-moon ha invitato tutti a farsi carico di decisioni che, “seppure difficili, devono condurre a una ripresa del dialogio e a un ripristino dei negoziati per una pace duratura”.

“Il mondo funziona ancora per mezzo di decisioni politiche anche in campo dei diritti umani e ciò comporta senza dubbio l'adozione di scelte difficili”.

Pascoe è così intervenuto nonostante contestualmente abbia ammesso l'attuale fase di stallo nelle relazioni tra le parti.

“Garantire la sicurezza sulle frontiere, astenersi dall'incitamento dal quale comportamento deriverà solo altra sfiducia”. Per questo, Pascoe ha concluso chiedendo a israeliani e palestinesi di sedere insieme al Quartetto per la pace con questo spirito.

Articoli correlati:

Israele: 'L'assedio su Gaza non sarà alleggerito neanche dopo il rilascio di Shalit'

Al-Khudairi: 'Con l'accordo di scambio, non si devi l'attenzione sul blocco israeliano su Gaza'

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.