L’ONU afferma che la scala di distruzione a Gaza è molto più grande di quella in Ucraina

New York, Gaza – MEMO. Il Servizio delle Nazioni Unite per l’Azione contro le Mine (UNMAS) ha stimato che la quantità di detriti e macerie nella Striscia di Gaza ammontava a 37 milioni di tonnellate a metà aprile, ovvero 300 chilogrammi per metro quadrato. Secondo l’organizzazione, si tratta di una quantità molto superiore a quella lasciata dalla guerra della Russia contro l’Ucraina.

“Gaza ha più macerie dell’Ucraina e, per metterlo in prospettiva, la linea del fronte ucraino è lunga 600 miglia [quasi 1.000 chilometri], mentre Gaza è lunga 25 miglia [40 km]”, ha spiegato Mungo Birch, responsabile del programma UNMAS nei Territori palestinesi. Tuttavia, il volume delle macerie non è l’unico problema.

“È probabile che queste macerie siano fortemente contaminate da UXO (ordigni inesplosi), ma la loro rimozione sarà ulteriormente complicata da altri rischi”, ha dichiarato Birch ai giornalisti a Ginevra. “Si stima che ci siano oltre 800 mila tonnellate di amianto, per esempio, nelle macerie di Gaza“. Il minerale cancerogeno usato nelle costruzioni richiede precauzioni speciali quando viene maneggiato.

Birch ha detto che spera che l’UNMAS sia in grado di agire come organo di coordinamento per la rimozione delle mine a Gaza e di creare le proprie squadre per smantellare mine e bombe.

L’UNMAS ha ottenuto 5 milioni di dollari, ma ha bisogno di ulteriori 40 milioni per continuare il suo lavoro a Gaza nei prossimi 12 mesi. “Il settore nel suo complesso avrà bisogno di centinaia di milioni di dollari statunitensi in più anni per rendere Gaza nuovamente sicura per la popolazione”, ha aggiunto Birch.

(Foto: vista interna dall’ospedale Emel dopo che ha ripreso i suoi servizi il 1° maggio 2024 a Khan Yunis di Gaza [Anas Zeyad Fteha/Anadolu Agency])