L’Onu afferma: ‘Mille palestinesi di Gerusalemme sono minacciati d’espulsione’.

Gerusalemme. Un Rapporto dell’Onu mette in guardia dall’espulsione di centinaia di palestinesi che abitano a Gerusalemme occupata, sotto la minaccia delle autorità sioniste che perseguono  sistematicamente la distruzione arbitraria delle case in cui sono nati.

Il Rapporto, elaborato dall’OCHA, l’ufficio di coordinamento incaricato degli affari umanitari nei territori palestinesi occupati, rivela che la Municipalità sionista di Gerusalemme ha ordinato diciassette demolizioni di case palestinesi nel quartiere di Silwan e nell’area di al-Bustan, considerata dagli occupanti come una “zona verde” interessata da divieto di costruzione.

“I proprietari palestinesi di 90 case ubicate in quest’area hanno ricevuto negli anni passati ordinanze di demolizione che minacciano la vita di circa 1.000 persone che rischiano di essere così espulse”, rileva il rapporto dell’Ocha, indicando che solo nel 2009, 75 abitazioni nella parte orientale di Gerusalemme sono già state demolite, lasciando senza casa 269 palestinesi, di cui 131 bambini.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.