L’Organizzazione della Conferenza Islamica condanna le politiche israeliane su Gerusalemme

MemoIl Segretario generale dell’Organizzazione della Conferenza islamica (OIC), Ekmeleddin Ihsanoglu, ha condannato l’autorità d’occupazione israeliana per l’approvazione di 130 nuove unità abitative nell’insediamento di Gilo, nella Gerusalemme Occupata.

In una conferenza stampa, Ihsanoglu ha detto che il proseguire delle politiche coloniali che “affligge il territorio di Gerusalemme e lo isola dal contesto palestinese, è un crimine e un’eclatante violazione della legalità internazionale e delle risoluzioni Onu”.

Il Segretario generale dell’Oic ha chiesto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e al Quartetto per il Medio Oriente “di prendere le decisioni che obbligheranno Israele a porre fine a tutte le sue violazioni e ai crimini contro il popolo palestinese e i suoi diritti nazionali”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.