LP4Q: l’omicidio dei parlamentari a Gaza è una presa di mira deliberata delle figure nazionali palestinesi

Londra. La Lega dei Parlamentari per Gerusalemme (LP4Q) ha denunciato, in una dichiarazione rilasciata mercoledì, l'”assassinio deliberato da parte di Israele dei membri del Consiglio legislativo palestinese nella Striscia di Gaza, bombardando le loro case e uccidendoli insieme alle loro famiglie”.

La Lega ha dichiarato: “Gli atroci crimini israeliani mettono in luce la natura e la brutalità dell’occupazione israeliana, il suo disprezzo per le leggi internazionali ed i diritti umani, la mancanza di rispetto per le vite umane e la deliberata presa di mira della democrazia e delle figure nazionali palestinesi”.

La dichiarazione ha aggiunto: “I crimini israeliani sono in linea con la politica di Israele di negare l’esistenza del popolo palestinese, perseguita fin dalla Nakba del 1948”.

La LP4Q ha denunciato “il silenzio delle istituzioni internazionali e parlamentari riguardo all’assassinio israeliano di deputati del Consiglio legislativo palestinese, riferendosi all’assassinio del deputato Khamis al-Najjar, martedì, che è stato preceduto dall’assassinio del presidente del Consiglio Ahmed Bahar e della deputata Jamila al-Shanti”.

“Tacere sui crimini israeliani compiuti a Gaza indica complicità con l’occupazione. Tollerare tali crimini dà a Israele il via libera per continuare a violare il diritto internazionale e a commettere altri crimini di genocidi di guerra”, ha aggiunto la dichiarazione.

La LP4Q è un’istituzione indipendente fondata nell’ottobre 2015 con sede a Istanbul. La Lega comprende nella sua assemblea generale circa 1.500 parlamentari attuali e non, provenienti da 75 Paesi, mentre il suo organo esecutivo include membri provenienti da diversi continenti.

La Lega è membro osservatore dell’Unione parlamentare araba, dell’Unione parlamentare africana (APU), dell’Organizzazione globale dei parlamentari contro la corruzione (GOPAC) e dell’Unione dei Consigli degli Stati membri dell’Organizzazione della cooperazione islamica (PUIC).

(Fonte: PIC).

Traduzione per InfoPal di F.L.