L’Ufficio congiunto Hamas-Fatah sta monitorando il rispetto della tregua tra le due fazioni.

L’Ufficio congiunto Fatah-Hamas legato alla Commissione di proseguimento dei negoziati ha dichiarato di lavorare ininterrottamente per garantire l’accelerazione dell’applicazione della tregua stipulata lunedì notte tra i due movimenti.

Durante una conferenza stampa svoltasi a Gaza, ieri, alla presenza di Ayman Taha (rappresentate di Hamas) e Abdelkarim Awad (rappresentante di Al-Fatah), l’Ufficio ha chiarito di aver iniziato il lavoro per approfondire e rafforzare l’unità nazionale, per riattivare il dialogo nazionale in base al Documento della Concordia e formare un governo di unità nazionale.

 

"L’Ufficio congiunto Al-Fatah e Hamas – è stato annunciato – sta lavorando per accelerare la realizzazione degli altri punti dell’accordo, in particolare fermare ogni forma di violenza e di istigazione reciproca per impedire che nemici del popolo palestinese o qualche elemento deviato all’interno sfruttino il clima negativo delle ultime settimane".

In un comunicato stampa, l’Ufficio congiunto ha evidenziato la necessità di accelerare il ritiro degli uomini armati dalle strade, delle barriere e il ritorno delle forze di sicurezza ai propri posti.   

 

Da parte sua, Ayman Taha ha confermato che l’Ufficio congiunto segue l’applicazione degli accordi e che il suo movimento rispetta quanto concordato: “Noi sottolineamo la nostra dissociazione totale da ogni fatto che possa violare l’accordo. Avvisiamo che la piazza palestinese si compone di tendenze diverse: possono esserci parti che desiderano che questo accordo non sia concretizzato o che lo violano appositamente per farlo fallire”.

 

Awad ha confermato che durante l’incontro con la commissione egiziana è stato deciso di impedire che gli scontri dilaghino in Cisgiordania o ad aree egiziane. E ha aggiunto: “Chiunque viola questo accordo è una parte deviata che non vuole il bene del popolo palestinese, perciò abbiamo deciso di toglierli la copertura”. E ha sottolineato che ciò che distingue quest’accordo dagli altri è la presenza dell’Ufficio congiunto e della commissione egiziana che ne controllano l’applicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.