Maariv: Shabak, il servizio d’intelligence israeliano,ricatta i malati palestinesi. Collaborazione in cambio di cure mediche

Gaza – Infopal

I palestinesi della Striscia di Gaza si sono lamentati delle pressioni imposte dalle forze d’intelligence israeliane “Shabak” al passaggio di Eretz, finalizzate a estorcere collaborazione, in cambio del permesso d’ingresso in Israele per cure mediche negli ospedali israeliani.

Dai racconti di palestinesi, pubblicati dal giornale israeliano Maariv, si deduce che coloro che rifiutano di collaborare con le forze d’intelligence Shabak non ottengono il permesso d’ingresso in Israele, con il pretesto che essi rappresentano un pericolo per la sicurezza. Ciò nonostante, qualcuno è riuscito a entrare in Israele, grazie all’intervento delle organizzazioni per i diritti umani.

Da parte sua, Shabak, dopo il racconto di decine di palestinesi, ha smentito, affermando che per entrare in Israele è necessaria collaborare, e ha indicato che più volte miliziani delle fazioni palestinesi hanno tentato di sfruttare le situazioni umanitarie per commettere azioni terroristiche all’interno di Israele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.