Madre di sei figli, in detenzione amministrativa costretta a scegliere tra esilio e carcere senza fine.

Le autorità israeliane hanno costretto una prigioniera palestinese, Nora al-Hashlamoun, a scegliere tra due tragedie: esilio o detenzione senza fine.

Il Jihad islamico ha indetto una campagna di solidarietà con al-Hashlamoun dopo la decisione israeliana di esiliarla in Giordania. La donna è madre di 6 figli e anche il marito è tenuto prigioniero in detenzione amministrativa senza imputazioni e senza processo.

Se la signora rifiuterà l’esilio, rischierà la carcerazione a tempo indeterminato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.