Mandato di cattura per tre israeliani che addestrano squadroni della morte in Colombia.

www.arabmonitor.info

Ricercati dall’Interpol tre israeliani: addestrarono squadre della morte in Colombia

Bogotà, 4 aprile – L’Interpol ha emesso un mandato di cattura nei confronti di tre cittadini israeliani, residenti pare nello Stato ebraico, accusati di aver addestrato delle squadre della morte in Colombia e di aver preparato gli eserciti privati di due grandi narcotrafficanti locali. Uno dei tre, un tal Yair Klein, ex tenente colonnello delle forze armate israeliane, intervistato lo scorso mese da un’emittente tv colombiana in Israele, ha negato ogni relazione con i narcotrafficanti, ma ha ammesso di aver preparato squadre della morte ad affrontare la guerriglia di sinistra. 

Klein, che ha operato negli anni Novanta in Colombia, è stato già condannato nel 2001 a dieci anni e otto mesi di carcere per aver addestrato gruppi paramilitari ed eserciti privati. L’uomo ha affermato di aver svolto il suo lavoro con un "contratto ufficiale" ricevuto dalle autorità dell’epoca. L’Interpol, citato dall’Ansa, ha precisato che Klein viene ora ricercato per "l’istruzione, addestramento in tattiche e procedure militari e terroriste, realizzate con mercenari e in associazione a delinquere". 

Nella guerra in Jugoslavia, tra il 1991 e il 1992, a fiancheggiare le nuove forze armate croate venne costituita una cosiddetta Brigata internazionale di volontari, più volte chiamata in causa per crimini commessi contro la popolazione serba e per l’assassinio di alcuni propri membri che volevano abbandonare la Brigata, comandata da un giornalista spagnolo di origine colombiana e ungherese che vantava di avere passaporto israeliano e di aver appreso le tecniche antiguerriglia nelle forze armate dello Stato ebraico. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.