Manganellate e idranti 'fraterni' contro la folla: l'Egitto 'aiuta' i palestinesi. 20 donne ferite.

Rafah – Infopal

Oggi, la polizia e l’esercito egiziani hanno aggredito con idranti e bastoni la folla che protestava (nel pomeriggio la manifestazione era ancora in corso) contro l’assedio della Striscia e la chiusura dei valichi.

20 donne sono rimaste ferite.

I manifestanti hanno tentato di entrare in Egitto dal valico di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, per rompere l’assedio.

Giovedì sera, il governo "democratico" di Israele ha deciso di inasprire il già feroce assedio della Striscia (iniziato con la "presa di potere" da parte di Hamas, a giugno dell’anno scorso. In realtà, Hamas ha vinto le elezioni legislative del gennaio 2006), e venerdì tutti i valichi sono stati sigillati, anche quello di Erez, che collega la Striscia con Israele. Il rifornimento di carburante è stato interrotto, così come quello di medicine e viveri (peraltro già molto carenti).

Domenica si è verificato un black-out elettrico nella regione costiera della Striscia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.