Manifestazione alla frontiera di Gaza: i generali israeliani chiedono l'uso della forza.

Gaza -Tel Aviv. Infopal

Questa mattina, il Comitato Popolare per Affrontare l’Assedio ha organizzato una manifestazione al confine con la Striscia di Gaza: migliaia di cittadini palestinesi stanno sfilando da via Salah-Iddin, a Rafah, fino al valico di Beit Hanoun – 40 km -, per chiedere di rompere l’assedio imposto contro Gaza.

Diversi generali israeliani hanno invitato l’esercito israeliano a utilizzare la forza per impedire ai manifestanti palestinesi di avvicinarsi alla frontiera con Israele.

Il giornale israeliano Yediot Aharonot, nella sua edizione odierna, riferisce che la tensione alla frontiera della Striscia di Gaza è molto alta. E ha aggiunto che il generale riservista Vogel, capo militare della zona sud, ha dichiarato: "L’esercito deve entrare nella Striscia di Gaza e impedire ai manifestanti palestinesi di arrivare alla frontiera". Questo, per evitare di ripetere quanto è accaduto un mese fa al valico tra Gaza e Egitto.

Da parte sua, il generale riservista Haim Erez, ex capo della zona sud, ha chiesto al governo israeliano di usare "la forza contro qualsiasi tentativo di attraversare la frontiera".

Il ministero degli esteri israeliano, in un comunicato ha fatto sapere che Israele "non si intrometterà con quanto sta accadendo nella Striscia, ma non se ne starà fermo se i manifestanti tenteranno di violare la sovranità israeliana".
Il premier Ehud Olmert, in visita in Giappone, ha dichiarato ai giornalisti: "C’è poca possibilità che i palestinesi attacchino la frontiera, ma noi siamo pronti a reagire a qualsiasi sorpresa. In Medio Oriente può accadere di tutto".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.