Manifestazioni del 15 maggio: Israele sporgerà denuncia contro Libano e Siria presso l’Onu

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Oltre il danno, la beffa, come solo la logica orwelliana di Israele è capace: il governo israeliano ha l'intenzione di sporgere denuncia alle Nazioni Unite contro Libano e Siria, in particolare contro le forze di sicurezza perché “incapaci di contenere i disordini, sfociati nel sangue, lo scorso 15 maggio“.

Domenica, palestinesi e siriani e libanesi avevano marciato verso la frontiera con la Palestina occupata da Israele e, nella stessa direzione, si erano spinti dalle Alture del Golan, anch'esse occupate da Israele.

A decine erano rimasti feriti, mentre quattro erano stati uccisi dalle forze d'occupazione israeliane sul Golan.

Il delegato israeliano che affronterà il caso sarà Gabriela Shalev, che “farà di tutto perché la giurisdizione di sicurezza di Israele in materia di sicurezza sulle frontiere prevalga sulla sovranità di Libano e Siria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.