Marina israeliana insegue peschereccio: muore un palestinese

Gaza – InfoPal. Ieri sera, 17 dicembre, una ragazzo palestinese che si trovava a bordo di una piccola barca da pesca è rimasto vittima di un incidente provocato in mare dalla Marina israeliana, all'altezza di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza.

Il 16enne Ziad al-Bardawil era in mare per pescare insieme ad alcuni familiari quando i militari hanno iniziato l'inseguimento che ha provocato l'incidente e la morte.

Attualmente la distanza in mare permessa da Israele per la pesca è stata abbassata illegalmente da sei a tre miglia mentre 70 mila cittadini della Striscia di Gaza traggono sostentamento da una delle attività maggiormente a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.