Marwan Barghuthi: ‘Dai negoziati con Israele non si otterrà nulla’.

Ramallah. “Dai negoziati con Israele non si otterrà nulla”. E' quanto ha dichiarato alla Reuters Marwan Barghouthi, il noto leader di Fatah rinchiuso da anni in un carcere israeliano.

L'intervista è stata pubblicata ieri, ed era stata raccolta dall'avvocato di Barghuthi, attraverso risposte scritte redatte dal prigioniero.

“Scommettere soltanto sui negoziati – ha affermato il leader di Fatah, secondo quanto riportato dalla Reuters – non è mai stata la nostra scelta. Io ho sempre chiesto un insieme costruttivo di negoziati, resistenza, politica, azione diplomatica e popolare”.

Barghuthi ha lanciato un appello per una campagna popolare contro gli insediamenti, le politiche coloniali israeliane a Gerusalemme, l'assedio su Gaza, l'espropriazione delle terre e il Muro dell'Apartheid. 

Il leader di Fatah, prigioniero politico e condannato a cinque ergastoli, è considerato da molti, all'interno del movimento, come un possibile candidato alla presidenza dell'Anp, al posto di Mahmud Abbas, con mandato scaduto e ormai screditato.

Parlando della crisi interpalestinese come di “un crimine contro la nazione”, egli ha chiesto a Hamas di firmare un accordo di riconciliazione. “Non vedo differenze politiche fondamentali tra Fatah e Hamas. Non ci sono scuse che impediscano una riconciliazione nazionale”. E ha aggiunto: “Alla luce del fallimento dei negoziati e della mancanza di un partner israeliano per la pace, è necessario porre fine alle divisioni interne e restaurare l'unità nazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.