Mediazione turca per facilitare il passaggio di ‘Lifeline’ da al-Arish alla Striscia di Gaza.

Al-Arish – Egitto. Una fonte ufficiale all'interno del convoglio “Lifeline 3”, bloccato al porto egiziano di al-Arish e diretto alla Striscia di Gaza, ha rivelato che un certo numero di parlamentari turchi sta mediando con le autorità egiziane per superare le tensioni divampate tra gli attivisti internazionali e i militari egiziani.

Un responsabile del convoglio, Mohammad Sawalha, in un'intervista a “Quds Press”, ha dichiarato che le autorità egiziane non hanno rispettato l'accordo stipulato ad Aqaba presentando una nuova proposta che prevede il transito di 139 veicoli su circa 200 e di tutti gli attivisti.

Sawalha ha riferito che la dirigenza del convoglio sta studiando i dettagli della proposta per cercare di superare gli ostacoli, sottolineando che a iniziare il lancio di pietre sono state le forze di sicurezza egiziane.

Ha inoltre aggiunto che i turchi si stanno impegnando molto per trovare una soluzione per risolvere la controversia e per avere garanzie sul “destino” degli automezzi che non hanno ottenuto l'autorizzazione a entrare nella Striscia.

Egli ha poi espresso il proprio rammarico per la decisione delle autorità egiziane di impedire l'ingresso delle vetture che portano aiuti diretti ad associazioni benefiche, sottolineando che si tratta di veicolo a “uso umanitario”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.