Medici senza frontiere: "Nei Territori palestinesi esiste il pericolo reale che la situazione peggiori".

da www.repubblica.it 

Medici senza frontiere (MSF) rifiuta di fare da "palliativo sociale" per le popolazioni dei Territori palestinesi private degli aiuti finanziari. Canada e Stati Uniti hanno promesso di ridistribuire parte di questi fondi alle Nazioni Unite o ad altri organismi di aiuto internazionale. Per MSF questa proposta e’ "inaccettabile".
"Esiste il pericolo reale", si legge in una nota, "che la situazione peggiori soprattutto nella Striscia di Gaza, dove circa 1.400.000 persone vivono al di sotto della soglia di poverta’. I bombardamenti dell’esercito israeliano sono intensi e causano molte vittime tra i civili. Inoltre a causa della chiusura frequente di Karni, il principale punto di transito per le merci, si registra un numero scarso di alcuni beni di base".
Se "la decisione di sospendere l’aiuto spetta agli stati", continua MSF, "gli attori umanitari non possono diventare un ‘palliativo sociale’ di quelle misure ritorsive che danneggiano l’intera popolazione. Inoltre gli attori umanitari non hanno ne’ la competenza, ne’ le risorse o la responsabilita’ di sostituirsi all’Autorita’ Palestinese per assicurare l’erogazione dei servizi sociali, amministrare ministeri e organi pubblici o per pagare i salari dei funzionari. Non spetta alle agenzie umanitarie assicurare che i bisogni base della popolazione che vive nei Territori Palestinesi siano coperti. Questa responsabilita’, in accordo con la quarta Convenzione di Ginevra, deve essere presa in carico totalmente dalla forza di occupazione ovvero lo Stato di Israele".
E’ a rischio anche "l’indipendenza delle organizzazioni non governative in un contesto gia’ estremamente instabile. Il deterioramento delle condizioni di sicurezza, cosi’ come i recenti rapimenti di personale internazionale, hanno gia’ costretto MSF ad evacuare diverse volte le squadre dai programmi di Nablus, Hebron e Gaza. MSF ha deciso di rivedere ed adattare le sue operazioni nei Territori Palestinesi nel timore di un drastico peggioramento delle condizioni di vita della popolazione". MSF, ha concluso, riafferma a tutti i governi la sua "indipendenza finanziaria ed operativa".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.