Membro Olp invita alla disobbedienza contro l’occupazione israeliana

Ramallah – Safa. Taysir Khaled, membro del Comitato Esecutivo dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (Olp), ha invitato tutti ad adottare forme di disobbedienza nazionale, mettendo in chiaro che, “fino a che essa non entrerà in una dimensione internazionale, non sarà sufficente per porre fine all’occupazione israeliana”.

A “Voce Palestina”, Khaled ha espresso il proprio disappunto per gli eventi di ‘Amman, dove la leadership di Ramallah è stata impegnata nei giorni scorsi a riavviare i negoziati con Israele.

“Sarebbe consigliabile rivedere tutto, compresi i rapporti con Israele. Il governo israeliano sta tentando di guadagnare altro tempo e creare fatti compiuti dopo i quali si sentirà ancora più motivato a non rispettare i propri obblighi derivanti dalla legge internazionale.

“Non voglio tuttavia essere troppo critico rispetto alla scelta palestinese di andare in Giordania per incontrare gli israeliani. Credo però che la visione israeliana resti molto diversa da quella palestinese”.

Khald ha infine auspicato un intervento Onu sul campo per rilevare quanto accade in Palestina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.