Mentre Israele ammassa carrarmati al confine con la Striscia di Gaza, Olmert fa sapere: non libereremo né donne né bambini incarcerati.

Da www.aljazeera.net

Israele ha rifiutato la richiesta dei gruppi palestinesi di rilasciare le donne e i bambini incarcerati in cambio del soldato israeliano catturato. Al contrario, Israele ha minacciato di eseguire una punizione di massa contro la Striscia di Gaza.

A nord di Gaza, la popolazione ha iniziato a bloccare le strade con cumoli di terra mentre i carrarmati israeliani si stanno ammassando sull’altra parte del confine e il governo aspetta di avere informazioni sul destino del caporale Gilad Shalit, rapito da combattenti palestinesi, infiltratisi nelle file dell’esercito israeliano, domenica.
   
Da parte loro, le Brigate Izz al-Din al-Qassam, l’ala militare di Hamas, insieme con i Comitati di Resistenza Popolare e la nuova formazione palestinese, l’Esercito Islamico, hanno fatto sapere che Israele non avrà notizie sulla sorte del soldato finché non verranno liberate le donne e i bambini prigionieri nelle carceri israeliane.

“Non diventeremo un obiettivo del ricatto del terrorista Hamas”, ha dichiarato Olmert.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.