Meshaal: la Palestina è la questione centrale per la Ummah musulmana

Istanbul – MEMO. Il capo dell’ufficio di Hamas nella diaspora, Khaled Meshaal, ha affermato mercoledì che la Palestina è la questione centrale della Ummah musulmana e che la normalizzazione dei legami con l’occupazione israeliana è “un male assoluto”, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Safa.

Il commento di Meshaal è giunto durante il primo forum dei “Giovani pionieri del Mondo islamico”, tenutosi a Istanbul, dove ha incoraggiato i giovani musulmani a proteggere i loro paesi e aiutare le loro nazioni. L’alto funzionario di Hamas ha anche chiesto che i giovani siano partner nella resistenza contro l’occupazione israeliana della Palestina, così come nella liberazione della terra. Erano presenti giovani musulmani provenienti da più di 40 paesi.

“Hamas si impegna al massimo per resistere all’occupazione e sviluppare le sue capacità per raggiungere il suo obiettivo: la liberazione della Palestina”, ha detto Meshaal. “Il movimento trova un equilibrio tra i suoi principi ed i suoi interessi. Hamas non negozia la sua identità ed i suoi valori”. Ha sottolineato che, sebbene il movimento non sia infallibile, “impara dai suoi errori, si corregge e sviluppa il suo lavoro”.

Offrendo consigli ai partiti al potere nel mondo arabo e musulmano, Meshaal ha affermato che dovrebbero “costruire partenariati all’interno dei loro paesi, al fine di raggiungere gli interessi di tutti e ridurre le possibilità di interferenze esterne”.

In chiusura, Meshaal ha condannato l’ipocrisia occidentale, che era ovvia per tutti quando la Russia ha invaso l’Ucraina e l’Occidente ha salutato la resistenza ucraina contro la Russia, mentre considera ancora “terrorismo” la legittima resistenza palestinese contro l’occupazione israeliana.