Meshaal: ‘Momento adatto alla riconciliazione nazionale palestinese’.

Damasco. Ieri, Khaled Mishaal, capo dell'Ufficio politico di Hamas, ha dichiarato a Al-Aqsa Radio che tutti i leader arabi che ha incontrato nel suo recente viaggio nei Paesi della regione mediorientale, hanno “compreso completamente la posizione del movimento nei confronti del documento egiziano per la riconciliazione (nazionale, ndr)”.

Egli ha aggiunto che durante il giro di visite nei Paesi arabi ha spiegato che il suo movimento “non chiede qualcosa di impossibile o difficile, o vuole tornare al punto di partenza, ma chiede che il documento di riconciliazione contenga gli accordi precedentemente raggiunti tra le fazioni palestinesi”.

Meshaal ha sottolineato che qualsiasi accordo di riconciliazione sarà siglato soltanto al Cairo, e ha così negato le voci secondo cui Hamas intenderebbe sostituire l'Egitto con un altro Paese.

Sempre ieri, durante una tavola rotonda con diversi esponenti palestinesi, in una trasmissione della tv al-Arabiya, egli ha affermato che “le attuali circostanze forniscono un’atmosfera adatta alla riconciliazione interpalestinese”.

Meshaal ha auspicato che gli Stati arabi si possano adoperare per ricomporre le fratture tra Hamas, Fatah e le altre fazioni palestinesi.

“Se l’Egitto intraprendesse un simile passo – ha evidenziato – saremmo d’accordo entro poche ore poiché stiamo affrontando tutta la prepotenza sionista, quindi abbiamo bisogno davvero di una riconciliazione”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.