Migliaia di persone a Roma per dare l’ultimo saluto alla salma di Vittorio

Roma – InfoPal. La salma di Vittorio Arrigoni, l'attivista dell'Ism – International solidarity movement, e giornalista free-lance, ucciso a Gaza il 14 aprile, è arrivata all'aeroporto di Fiumicino, accolta da migliaia di persone.

Erano tantissime le bandiere palestinesi sventolanti, e una grande, con petali di rose, sorretta da italiani e palestinesi. E poi striscioni con le foto di Vittorio, e tante scritte di ringraziamento e di ricordo.

Molte le associazioni e organizzazioni di solidarietà presenti – tra cui Api – Associazione dei Palestinesi in Italia e Forum Palestina, e quelle islamiche – tra cui l'Ucoii – Unione delle comunità islamiche in Italia, e inoltre, rappresentanti delle comunità palestinesi e musulmane in Italia.

La salma di Arrigoni è giunta su un volo di linea dal Cairo, dove era arrivata lunedì 18 da Gaza, attraverso il valico di Rafah, dopo i funerali militari di Stato organizzati dal governo della Striscia.

A Roma, il feretro è stato accolto anche dal consigliere del presidente Mohammad Abbas (Abu Mazen), Nemer Hammad, dal ministro degli Affari religiosi al-Habbash, da shaykh Khamis Abda e dal reverendo greco-ortodosso di Gerusalemme, Issa Elias Issa Musleh, dall'ambasciatore di Palestina a Roma Sabri Atiyah e da altre personalità.

La delegazione del governo non ha potuto partecipare, in quanto non ha ricevuto i permessi necessari a entrare in Italia (Hamas, il movimento che guida l'esecutivo di Gaza, è infatti messo al bando nel nostro Paese, su richiesta israeliana e statunitense).

Domani, sul corpo di Vittorio verrà eseguita un'altra autopsia (la prima è stata eseguita a Gaza, nell'ospedale ash-Shifa). La Procura della Repubblica di Roma, infatti, ha aperto un'indagine sul suo sequestro e morte.

I funerali si svolgeranno domenica pomeriggio, 24 aprile, a Bulciago, in provincia di Lecco.

 Le foto: http://multimedia.quotidiano.net/?media=22095&tipo=photo&id=781409&cat_principale_page=1&canale=0&canale_page=1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.