Milioni di cittadini in tutto il mondo hanno spento le luci per Gaza. Atallah Hanna, solidarietà con la popolazione assediata.

Gaza  – Gerusalemme

Sabato, decine di milioni di cittadini in 90 città di 40 Paesi del mondo hanno preso parte all’iniziativa "Spegni le luci in solidarietà con Gaza".

L’evento è stato coordinato dal Comitato Popolare contro l’Assedio e aveva l’obiettivo di mandare un messaggio al mondo sulla situazione di oppressione in cui è costretta la popolazione della Striscia di Gaza.

Sempre sabato, a Gerusalemme occupata, molti cittadini palestinesi hanno organizzato una protesta dentro il cortile della Chiesa della Resurrezione in solidarietà con la popolazione di Gaza.

Monsignor Attallah Hanna, Archimandrita greco-ortodosso di Sabastia, ha affermato: "Noi, qui in Gerusalemme, siamo a fianco del nostro popolo a Gaza e chiediamo la fine dell’embargo. Gaza ha sempre sostenuto Gerusalemme benedetta. La nostra solidarietà va alla popolazione di Gaza che sta soffrendo duramente a causa dell’assedio".

Hanna ha anche domandato che diritto hanno Israele e l’Occidente di isolare, affamare, assediare un milione e mezzo di persone, costringendole in una prigione a cielo aperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.