Militari israeliani assaltano 16 comunità palestinesi: 9 cittadini arrestati

Cisgiordania – InfoPal. Alle prime ore del mattino, le forze d'occupazione israeliane hanno preso d'assalto 16 comunità palestinesi tra cittadine e villaggi della Cisgiordania occupata.

Fonti della sicurezza palestinese hanno informato: “I militari israeliani si sono avventati contro 16 comunità, decine di case sono state devastate e nove cittadini palestinesi sono stati arrestati ad al-Quds (Gerusalemme), Qalqiliya, Nablus e Betlemme”.

Il responsabile dell'informazione all'interno della polizia palestinese ha riferito: “A Silwan, due case sono state devastate ed è stato arrestato 'Abdel Karim ash-Shuyouki, palestinese minore di 18 anni, portato via insieme a Mohammed al-'Qaq, di 20 anni. Ad al-Funduq, Ahmed Shaker 'Odeh è stato arrestato insieme al figlio Ayman. Due palestinesi sono stati arrestati nella provincia di Qalqiliya.
A Jenin è stato arrestato Bilal 'Abdel Karim e, presso il check-point israeliano di Ramallah, è stato arrestato Ibrahim 'Abdel Jalil ar-Rujoub. Nel corso della perquisizioni di un'automobile palestinese tra 'Asirah ash-Shamaliyah e Beit Amaren (Nablus), è stato arrestato un 15enne”.

Secondo il centro per la difesa dei prigionieri: “Dalla conclusione della prima fase dell'accordo di scambio tra Hamas e Israele, 75 cittadini palestinesi sono stati arrestati in tutti i territori occupati: da Gerusalemme alla Cisgiordania alla Striscia di Gaza”.

Il ricercatore sulla questione dei prigionieri, Riyad al-Ashqar, è intervenuto fornendo i dati aggiornati sullo stato delle detenzioni alla luce di quelle recentissime, comprese le estensioni delle detenzioni in isolamento e amministrative (le ultime, senz'accusa e propogabili ad oltranza, ndr).

“Israele ha prorogato di un anno la detenzione in isolamento del leader del Fronte popolare di liberazione della Palestina (Fplp), Ahmed Sa'daat e di quello di Hamas, Hassan Salamah.

15 minori palestinesi sono stati arrestati da Israele in meno di due settimane: 4 hanno appena 13 anni. Ahmed Hussam al-Mo'ti, di 9 anni, di Betlemme e 'Abdel Karim ash-Shuiouki, di 12 anni, di Silwan. Entrambi si trovano al centro di indagine “al-Muskubiyah”.

Otto le ragazze palestinesi arrestate da Israele nello stesso periodo: sei provengono da Israele (Territori palestinesi occupati nel '48, ndr), e manifestavano per il rilascio del resto dei detenuti davanti al carcere di Hasharon. Tre di esse si trovano agli arresti domiciliari, mentre è stata estesa di alcuni giorni la detenzione per le altre tre.

Inoltre, Israele ha arrestato Silwa 'Abdel 'Aziz Hussain, di al-Khalil (Hebron), e un'altra palestinese di Betlemme accusata di aver tentato di accoltellare un colono israeliano.

A Gaza sono stati sequestrati i due pescatori: Ahmed 'Omar Tanirah e Mousa Ibrahim Abu Jayaba.

E' stata estesa la detenzione amministrativa a 20 detenuti palestinesi tra i quali i deputati Mahmoud ar-Rahmi, segretario generale del Consiglio legislativo (Clp), Nasser 'Abdel Jawwad di Salfit, e 'Azzam Salhab di Hebron (4 mesi).
Per la terza volta, è stata estesa di sei mesi la detenzione amministrativa di 'Issa al-Ja'bari, ministro del consiglio locale della consulta di governo e quella del giornalista Nawaf al-'Amer. 

Il centro per i prigionieri “Ahrar” denuncia gli assalti nelle celle dei detenuti palestinesi: quelle nelle prigioni di Nafhah e Hasharon con la confisca di apparecchi elettronici dei detenuti.

Con il contributo di Mohammed Awad da Nablus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.