Militari israeliani sparano su alcune case e proprietà agricole nel nord della Striscia di Gaza.

Gaza – Infopal. Alcuni testimoni affermano che ieri, lunedì 30 novembre, militari israeliani hanno aperto il fuoco mentre si stavano ritirando da una zona a sud-est di Beit Hanoun, dove erano entrati nel corso della mattinata.

Questa zona si trova a circa 800 m dalla “Linea Verde”, per l’esattezza sui terreni agricoli di Abu Sufiyyah.

In base a quel che riferisce Mu’awiya Hassaneyn, direttore del servizio di Pronto soccorso del ministero della Sanità a Gaza, non si registrano feriti.

Una portavoce dell’Esercito israeliano ha invece negato tutto ciò, dicendo che “esso ha condotto un’attività di routine nella zona di confine e che non ha aperto il fuoco, e né è stato esposto ad attacchi ostili”.

Nel contempo, il braccio armato del Fronte popolare per la liberazione della Palestina, le “Brigate Abu Ali Mustafa”, hanno rivendicato il lancio di un razzo artigianale contro truppe israeliane che tentavano di entrare a Gaza attraverso il passo di Nahal Oz.

Forze israeliane pattugliano quotidianamente il confine della Striscia di Gaza. Qui si registrano numerosi attacchi con armi da fuoco ai danni di palestinesi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.