Militari israeliani tornano a puntare gas lacrimogeni al volto. Due palestinesi feriti a Hebron

Al-Khalil (Hebron) – InfoPal. Due cittadini palestinesi di Beit Ummar, villaggio a nord di al-Khalil (Hebron), sono stati feriti dal lancio di bombe assordanti e gas lacrimogeni dei soldati d'occupazione israeliani.

Uno è stato colpito al volto ed è grave.

Yousef Abu Maria, coordinatore del comitato locale contro Muro d'Apartheid e colonie israeliane, ha riferito che il palestinese in gravi condizioni è 'Aiyyed Abu Maria, di 42 anni.

L'altro cittadino ferito è Nidal Sakat al-'Alamah, di 27 anni, colpito dai candelotti di gas lacrimogeni lanciati dai militari israeliani all'interno della sua abitazione.

In questa circostanza, per oltre mezz'ora, i soldati israeliani hanno impedito alle ambulanze di soccorrere i feriti.

Lo scorso 10 dicembre, un ragazzo palestinese di 28 anni, Moustafa at-Tamimi, aveva perso la vita in un episodio simile. Moustafa era stato centrato e colpito al volto da gas lacrimogeni nel corso di una manifestazione non violenta a Nabi Saleh (Ramallah).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.