Minaccia di deportazione per 8 prigionieri palestinesi. Sit-in a Jenin

Jenin – Pal-Info. Due giorni fa, una folla di manifestanti si è ritrovata ad un sit-in di protesta davanti alla sede della Croce rossa internazionale (Icrc) di Jenin per chiedere di impedire la deportazione di otto prigionieri palestinesi, così come ha minacciato Israele.

Al raduno erano presenti membri del comitato popolare per il loro rilascio e della Società dei prigionieri, familiari dei detenuti, ex detenuti e altre personalità ufficiali.

Tutti i presenti hanno affermato: “E' una decisione ingiusta e una contravvenzione alla legge internazionale, con particolare riferimento alla Convenzione di Ginevra in base alla quale 'sono vietate le detenzioni all'esterno del territorio occupato', e dove si dispone che, 'in caso contrario si tratta di punizione collettiva'”.

Gli otto palestinesi a rischio di deportazione sono detenuti nel carcere di 'Ofer e la decisione finale sarà presa il prossimo 17 aprile.

Israele sostiene che si tratta di giordani senza alcun diritto di restare nei Territori palestinesi occupati. La Giordania smentisce e ribadisce che i detenuti a rischio di deportazione sono palestinesi e pertanto si rifiuta di accoglierli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.