Ministero dell’Economia: nessun nuovo prodotto ammesso nella Striscia di Gaza

Gaza – Infopal. Il Ministero dell’Economia del governo di Gaza ha riferito che le autorità di occupazione israeliane non hanno consentito finora l’entrata nella Striscia di alcun nuovo genere di prodotto o bene necessario per il mese di Ramadan e per il nuovo anno scolastico.

Il direttore dell'Ufficio del ministro dell'Economia, Hatem ‘Awayda, in un comunicato stampa di cui il corrispondente di Infopal.it ha ricevuto una copia, ha dichiarato: “Le autorità di occupazione non hanno permesso l'introduzione di 1500 vitelli e di alcuni prodotti alimentari che sono normalmente ammessi a entrare nella Striscia”.

‘Awayda ha sottolineato che il Ministero, in collaborazione con il Comitato di coordinamento per l'introduzione delle merci, ha anche inviato alle autorità israeliane le liste dei prodotti necessari per la regione durante il mese sacro, ma fino ad ora “non abbiamo ricevuto alcuna risposta – positiva o negativa – da parte israeliana.”

Una richiesta simile era tuttavia già stata respinta dallo stato sionista. Una simile persistenza, secondo ‘Awayda, ha lo scopo di mantenere stabile l’assedio imposto alla Striscia di Gaza da più di tre anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.