Ministero dell’Istruzione: oltre 15 mila bambini, tra cui scolari e studenti, uccisi a Gaza

Ministero dell’Istruzione: oltre 15 mila bambini, tra cui scolari e studenti, uccisi a Gaza

Gaza. Il ministero dell’Istruzione ha dichiarato che dall’inizio dell’aggressione dell’occupazione israeliana contro la Striscia di Gaza sono stati uccisi più di 15 mila bambini palestinesi, la maggior parte dei quali scolari di scuole e asili, oltre a 64 studenti di scuole della Cisgiordania, compresa Gerusalemme.

Il ministero ha aggiunto in un comunicato, in occasione della Giornata internazionale dei bambini innocenti vittime di aggressioni, che cade il 4 giugno, che il titolo più importante di questa ricorrenza è “I bambini di Gaza”, poiché sono le maggiori vittime dell’aggressione dell’occupazione in corso dal 7 ottobre.

Ha inoltre indicato che l’occupazione ha distrutto scuole e asili e ha preso di mira in modo specifico i civili con bambini, uccidendoli, abbandonandoli, arrestandoli, privandoli di cibo e servizi sanitari, e altre gravi violazioni, che rappresentano crimini che hanno superato le norme, le carte e il sistema dei diritti umani.

Il Ministero ha sottolineato che dall’inizio dell’aggressione alla Striscia di Gaza, a 620 mila studenti è stato privato l’accesso alle loro scuole e ad altri 88 mila alle loro università, mentre la maggior parte di loro soffre di traumi psicologici e condizioni di salute difficili.

Il ministero dell’Istruzione ha invitato le organizzazioni e le istituzioni internazionali che difendono i bambini e il diritto allo studio a porre fine alle violazioni e a fermare i crimini commessi dall’occupazione contro i bambini.

Ha inoltre chiesto di intervenire urgentemente e immediatamente per fermare l’aggressione contro Gaza e gli attacchi dell’esercito di occupazione e dei coloni in Cisgiordania.

(Fonti: Wafa e agenzie).