Ministri israeliani vogliono riprendere le incursioni contro la striscia di Gaza.

Diversi ministri israeliani hanno chiesto oggi di rivedere la "politica di ritegno" dello Stato ebraico di fronte ai continui lanci di missili dalla Striscia di Gaza. L’accordo di cessate-il-fuoco "è rispettato da una parte, mentre l’altra lo viola", ha lamentato la ministra degli Affari esteri israeliana Tzipi Livni. "Dobbiamo valutare la situazione giorno per giorno e esaminare se ci sono cambiamenti nelle condizioni" dell’intesa, ha aggiunto. Il ministro della difesa Amir Peretz si è dal canto suo dichiarato favorevole a un riesame della strategia israeliana, affinché non si metta in pericolo la sicurezza degli abitanti delle località prese di mira. Il ministro del commercio e capo del partito ultraortodosso Shass, Eli Yishaï, ha invitato il governo a lanciare un ultimatum ai palestinesi per far cessare i lanci. In caso contrario Israele risponderà agli attacchi.

(Traduzione a cura del Forum Palestina).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.