Ministro degli Esteri egiziano promette l’apertura permanente del valico di Rafah

Il Cairo – Al-Jazeera. In un'intervista rilasciata all'emittente televisiva “Al-Jazeera”, il ministro degli Esteri del nuovo Egitto, Nabil al-'Araby, ha esposto la posizione del proprio Paese riguardo alla necessità di eliminare il blocco israeliano sulla Striscia di Gaza.

Al-'Araby ha riferito che “l'obiettivo è sollevare l'assedio in modo permanente” e che nei prossimi giorni, il suo Paese intraprenderà iniziative di un certo rilievo pur di raggiungerlo.

“L'Egitto non accetterà più la chiusura di Rafah”, unico passaggio che collega Gaza al mondo esterno, se si eccettua la frontiera che conduce in Israele.

“La decisione di serrare il passaggio è stato un atto vergognoso”, ha aggiunto il ministro, facendo riferimento alla politica dei suoi predecessori che, complici dell'assedio israeliano, hanno tenuto la Striscia di Gaza isolata permettendo il passaggio solo ai casi umanitari.

Dal 2005, sul valico di frontiera di Rafah erano stati trasferiti osservatori dell'Unione europea (Ue) sulla base di un accordo mediato dagli Stati Uniti.

E' dalla vittoria elettorale di Hamas (2006) che Israele stringe la Striscia di Gaza a un assedio disastroso, poi inasprito da quando il Movimento di resistenza islamica ha preso il pieno controllo sul territorio palestinese.

Dal 2007, oltre un milione e mezzo di palestinesi vivono quasi unicamente per mezzo dei beni che giungono via tunnel: beni di prima necessità come cibo, apparecchi per uso domestico, materiali da costruzione e scorte.

Concludendo, al-'Araby ha dimostrato non solo di pensare ad una politica in sostegno ai diritti dei palestinesi lungimirante, ma ha anche manifestato la volontà di coinvolgere tutte le parti in causa, e ha aggiunto: “E' necessario che egiziani e palestinesi lavorino insieme ai fini della sicurezza. Quanto è stato tollerato fino ad oggi nella Striscia di Gaza è uno scandalo e non è più accettabile”.

Poi, come aveva precisato in altri precedenti interventi pubblici, anche ad “Al-Jazeera”, il ministro ha ripetuto: “L'Egitto non è indifferente alle sofferenze dei palestinesi di Gaza e la responsabilità sulla Palestina è di tutti gli arabi”.

Proprio ieri, i Fratelli musulmani avevano chiesto alla giunta militare egiziana l'apertura permanente del valico di Rafah proponendo di farne una Free Zone commerciale.

Tra coloro che ieri avevano ben accolto l'intesa raggiunta al Cairo tra Fatah e Hamas, anche la leadership della Fratellanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.