Ministro dei detenuti palestinesi chiede ai giovani di indire una campagna di sensibilizzazione

Betlemme – InfoPal. Il ministro per gli Affari dei detenuti palestinesi 'Issa Qaraqe' ha chiesto ai giovani di indire iniziative e una vasta campagna di sensibilizzazione rivolti all'opinione pubblica. “Lo stato di detenuti e prigionieri palestinesi nelle prigioni dell'occupazione israeliana deve essere spiegato a tutti”.

“Noi rivendichiamo per i nostri prigionieri principi e valori di carattere universale”.

Il ministro palestinese ha incontrato 45 studenti palestinesi universitari e internazionali presso la Fondazione “Ibda'” nel campo profughi di Deheishah (Betlemme).

“La copertura del governo israeliano alle pratiche disumane sui detenuti palestinesi è la più grave delle violazioni, tra le quali si annovera anche il divieto di visita, la negazione del diritto allo studio, la detenzione in isolamento, i maltrattamenti e le pratiche arbitrarie nei confronti dei minori, la negligenza medica, le aggressioni fisiche nelle celle”.

Qaraqe' ha chiesto a tutti di farsi portavoce del messaggio di liberazione dei prigionieri come della terra di Palestina dalla lunga occupazione israeliana.

In un altro contesto, il ministro palestinese ha denunciato il rifiuto delle autorità d'occupazione israeliane a far sì che le sovvenzioni (pari a circa 90 euro) possano essere trasferite a detenuti e prigionieri palestinesi in occasione del mese di Ramadan. Quest'anno il mese di digiuno islamico inizierà il 1° agosto.

“Un'altra forma di punizione collettiva e una contravvenzione all'accordo firmato tra le parti nel 2007” per il ministro palestinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.