Ministro del Likud mette in guardia sul deterioramento dei rapporti tra ebrei e palestinesi in Israele

Tell er-Rabi' (Tel Aviv) – Memo. Sullo sfondo dell'adozione della nuova legge israeliana che richiede un “giuramento di fedeltà”, il vice primo ministro israeliano Dan Meridor ha messo in guardia su un possibile deterioramento nelle relazioni tra lo Stato israeliano e i cittadini palestinesi residenti nei territori occupati dal 1948 [Israele, ndr].

Rivolgendosi a Radio Israel, il ministro del Likud ha chiesto al governo israeliano di trarre delle lezioni dalle esperienze delle minoranze ebraiche in altre parti del mondo, e di rimanere quindi aperto nei confronti degli arabi israeliani.

Meridor era stato uno dei tre ministri del Likud ad opporsi al disegno di legge.

Si ricorda che l'emendamento costringe chiunque voglia ottenere la cittadinanza israeliana a giurare fedeltà a Israele in quanto “Stato ebraico e democratico”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.