Misha’al ha ribadito l’importanza di riprendere i negoziati per formare un governo palestinese di unità.

Durante un’intervista pubblicata dal quotidiano egiziano "Al-Ahram", Khaled Misha’al, capo dell’Ufficio politico di Hamas, ha ribadito l’importanza della formazione di un governo di unità nazionale in accordo con i principi palestinesi e lontano da condizionamenti e imposizioni esterne.

Secondo Misha’al il ritorno al "dialogo non condizionato" è l’unica strada per uscire dall’attuale crisi politica nella scena palestinese.

Ha lanciato un appello per un "patrocinio arabo" e l’incoraggiamento a riprendere i negoziati interni, e ha sottolineato che la collaborazione politica, le decisioni indipendenti, la ristrutturazione dell’Olp e l’avvio di un processo di domocratizzazione rappresentano la soluzione ai problemi interni palestinesi.

Misha’al ha evidenziato come le scelte democratiche del popolo palestinese dovono essere rispettate e che al partito che ha ottenuto la maggioranza dei voti devono essere accordati ministeri pari al peso politico che ricopre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.