Missili delle brigate della resistenza palestinese contro colonie israeliane.

Gaza – Infopal

Ieri sera, le brigate an-Naser Salah-Iddin, ala militare dei Comitati di Resistenza palestinese hanno rivendicato il bombardamento di Sderot, a nord della Striscia di Gaza, con un missile di tipo “Naser 3”.

In un comunicato hanno riferito che "il nemico israeliano ha ammesso la caduta del missile dentro la colonia", ma che il razzo non ha causato vittime. I combattenti sono riusciti a ritornare sani e salvi dopo aver compiuto il loro dovere".

Le brigate an-Naser hanno confermato che "questo bombardamento avviene in risposta alle uccisioni e agli arresti continui in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza, e per confermare la scelta della resistenza come mezzo migliore per liberare la terra palestinese occupata".

Sempre ieri, le brigate Abu Ali Mustafa, ala armata del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, hanno rivendicato il bombardamento delle colonie Nativ Hezra, Zakim e Sderot con tre missili modificati di tipo Sumud.

In un comunicato stampa, le brigate hanno dichiarato che "il bombardamento avviene nell’ambito delle operazioni di opposizione alle forze di occupazione sioniste e per confermare il diritto del nostro popolo a difendersi e proseguire la resistenza contro l’esercito israeliano".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.