Modificata la legge sui mandati d’arresto, Tzipi Livni in visita ufficiale in Gran Bretagna

An-Nasira (Nazareth) –  The Guardian, InfoPal. Il leader dell'opposizione israeliana, Tzipni Livni, sarà in visita ufficiale giovedì prossimo in Gran Bretagna.

Su di lei pende l'accusa per crimini di guerra relativamente alle responsabilità dirette che ha nell'offensiva israeliana contro la Striscia di Gaza (2008-2009).

Livni incontrerà il ministro degli Esteri William Hague dal quale ha ricevuto rassicurazioni sulla conquistata inefficacia del mandato d'arresto.

Nel 2009, i magistrati di Westminster emisero un mandato d'arresto nei suoi confronti e si trattava di un fatto senza precedenti. La decisione era giunta su richiesta dei difensori dei familiari delle vittime palestinesi di “Operazione Piombo Fuso”.

Da allora, da sostenitori di Israele in Gran Bretagna e dietro le pressioni di quest'ultimo, era nata una discussione per modificare i poteri di emettere mandati d'arresto di questa natura.

La revoca del mandato d'arresto nei confronti di Tzipni Livni ha prodotto non poco imbarazzo nel Foreign Office.

Il parlamento britannico ha lavorato sodo nei mesi scorsi per modificare la legge sulla giurisdizione universale, il cui ricorso avrebbe reso possibile perseguire per legge i criminali di guerra israeliani.

E' da considerarsi un fatto senza precedenti quello britannico poiché, in tal modo, si sottrarranno politici e militari israeliani alla giustizia, nonostante su di essi penda un mandato d'arresto.
E infatti, tutti hanno evitato di recarsi a Londra nei mesi scorsi.

La nuova legge che disciplina l'emissione di un mandato d'arresto per crimini di guerra introduce nuove procedure atte a impedire al tribunale di utilizzarle a scopi politici.

Il Segretario alla Giustizia Ken Clarke ha puntualizzato che “le nuove modifiche danno alla direzione del pubblico ministero (Dpp) il diritto di veto per ostacolare i mandati d'arresto”.

La legge su riforma politica e responsabilità sociale ha ricevuto l'approvazione regale circa due settimane da. Pertanto, Livni oggi è libera di visitare il Paese senza temere l'arresto.

http://www.guardian.co.uk/world/2011/oct/04/tzipi-livni-arrest-warrant

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.