Morte di un bambino: salgono a 374 le vittime dell’embargo a Gaza

Gaza – Palestine-info. Un bambino palestinese è morto martedì nella Striscia di Gaza dopo che alla sua famiglia non è stato permesso di farlo ricoverare negli ospedali israeliani. Il numero delle vittime dell'assedio di Gaza sale così a 374.

Mu'awiya Hassanein, direttore generale dei servizi di Pronto soccorso nella Striscia assediata, ha riferito al Pic che il decesso di Muhammad Akram Khader (di sette mesi) è avvenuto a causa di un rigonfiamento del cervello, che richiedeva cure disponibili solo fuori da Gaza, data l'assenza di diverse attrezzature mediche in condizioni d'embargo.

La vita di centinaia di altri pazienti è messa a rischio dalle restrizioni imposte a chi deve recarsi fuori dalla Striscia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.