Morto un leader di Hamas torturato dalle forze di sicurezza dell’Anp.

 

Hebron – Infopal. È deceduto ieri un leader di Hamas in seguito alle torture subite nelle carceri delle forze di sicurezza palestinesi dell’Anp, fedeli a ‘Abbas.

Il nome della vittima è shaykh Kamal Abu Ta‘miyya, 44 anni, del campo profughi di al-Fawwar (nei pressi di Hebron), tra i deportati a Marj az-Zuhur (sud del Libano) nel 1992 e incarcerato per sette volte nelle prigioni israeliane.

Abu Ta‘miyya è morto nell’ospedale Al-Madina at-Tibbiyya, nella capitale giordana ‘Amman,. La “morte clinica” era avvenuta lo scorso 26 luglio, provocata da un forte ictus celebrale. Quest’ultimo sarebbe collegato alle torture subite in carcere lo scorso autunno per più di un mese, secondo quanto riferito dai parenti del deceduto.

Sempre in base a quanto riferito dai familiari, alle torture era seguito il ricovero del prigioniero, la cui salute era tuttavia gradualmente peggiorata, fino all’ictus mortale.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.