Moschea al-Aqsa minacciata, il governo Haniyah ne chiede la protezione.


Gaza – Infopal. Taleb Abu Sha'ar, ministro dei Beni islamici e degli Affari religiosi nel governo Haniyah, nella Striscia di Gaza, ha chiesto alle nazioni arabe e islamiche di difendere e proteggere la moschea di al-Aqsa, in un momento in cui giungono notizie sui piani di assalto israeliani previsti per domani, domenica.

In un comunicato stampa, il ministro ha reso noto che esistono informazioni confermate su piani delle forze di occupazione e di gruppi di ebraici estremisti diretti all'aggressione della moschea di al-Aqsa.

Tale aggressione avverrebbe per celebrare “Il Giorno dell'Ascesa al Monte del Tempio” (Si legga: Moschea di al-Aqsa, gruppi di estremisti minacciano nuovi assalti.)

E ha sottolineato che la decisione delle autorità di occupazione di allontanare shaikh Ali Abu Shekha e shaikh Raed Salah, le irruzioni in molte case, i continui scontri tra le forze di occupazione e i cittadini di Shaikh Jarrah, rappresentano “chiare indicazioni sull'intenzione di ebraicizzare la città occupata di Gerusalemme e la moschea di al-Aqsa”.

Abu Sha'ar si è appellato alla comunità internazionale, alle organizzazioni civili e pubbliche affinché stiano “dalla parte di questa giusta causa” e “non rimangano in silenzio di fronte ai crimini sionisti”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.